Recensioni 2009

image_pdfimage_print

G.Puccini TURANDOT Bari Teatro Petruzzelli december 2009

Da un punto di vista squisitamente musicale, la direzione di Renato Palumbo ci sembra cogliere appieno tutti i colori geniali della tavolozza pucciniana, dove emergono tracce visibili della grande Arte musicale del primo Novecento e dei suoi più rappresentativi protagonisti: Debussy, Stravinskij, Bartòk e Schoenberg, in primis. In particolare, notevole risalto viene dato nella sua concertazione all’articolata e complessa sezione delle percussioni. L’Orchestra della Provincia di Bari ed i Cori della Fondazione Petruzzelli e delle Voci Bianche del conservatorio Niccolò Piccinni rispondono ottimamente alle sollecitazioni di Palumbo, garantendo un’eccellente tenuta dall’inizio alla fine dell’opera.
Alessandro Romanelli LDSmagazine

Molto bene Renato Palumbo, il direttore che occorre per una orchestra bisognosa di disciplina come quella della Provincia di Bari. Non fa nulla di strano, ma lo fa chiaro e preciso. Mai sentita la formazione barese così in palla.
Enrico Girardi Il corriere della sera

Con Renato Palumbo – che supporta De Simone leggendo l’opera come un gigantesco affresco collettivo – l’Orchestra della Provincia si trasforma, diventa più disciplinata e consapevole. Il sovrintendente Giandomenico Vaccari e il Consiglio di amministrazione farebbero bene a incaricarlo per la direzione stabile, quando la Fondazione si doterà di una sua orchestra.
Francesco Mazzotta Il corriere del mezzogiorno

G.Verdi ERNANI, Chicago, Lyric Opera, october/ november 2009

Lyric entrusted the score to that experienced Verdian, Renato Palumbo. His robust, finely controlled conducting mirrored the blunt vigor and elemental emotions that drive the drama
John van Rhein, Chicago Tribune, october 29 2009

Conductor Renato Palumbo provided a virtual seminar in Verdi conducting, leading the orchestra with dramatic intensity and rhythmic swagger. The large ensemble scenes were powerful projected yet scrupulously balanced and the Italian conductor gave his singers ample room for expressive breadth in their solos and duets.
Lawrence A. Johnson, Chicago Classical Review, october 29 2009

G.Puccini TOSCA, Bari, Teatro Petruzzelli (Teatro Piccinni) september 2009

A coagulare in maniera eccezionale il tutto, la decisa ed appassionata direzione di Renato Palumbo, che ha saputo esaltare i trascinanti valori musicali dell’opera non meno della sua prorompente teatralità, realizzando un eloquente e suggestivo rapporto fra «buca» e palcoscenico. Un equilibrio avvincente nel quale si rispecchiava la sua concezione della drammaturgia pucciniana.
Nicola Sbisà, La gazzetta del mezzogiorno, september 23 2009

Il merito maggiore sul piano musicale va dato innanzitutto al direttore, Renato Palumbo, ormai in grado di tradurre con naturalezza la profondità di lettura di un repertorio che comprende tutta la grande letteratura lirica e sinfonica.
Fiorella Sassanelli, La repubblica, september 23 2009

RENATO PALUMBO è il primo direttore a salire sul podio del Teatro Petruzzelli dopo la ricostruzione. Con una prova di Tosca l’orchestra torna a suonare nella sala restituita alla città dopo l’incendio del 1990.

F.Cilea ADRIANA LECOUVREUR, Torino, Teatro Regio
june/july 2009

La direzione incalzante […], di Renato Palumbo dava l’ indirizzo teatrale giusto alla musica e otteneva buone cose dall’ orchestra.
Angelo Foletto, La repubblica, 29 giugno 2009

Il direttore Renato Palumbo conosce bene tecnica e stile: così la sua orchestra suona leggera, trasparente e tintinnante, tranne che nelle periodiche raffiche di suono, quando sono i cantanti, come è giusto, a trascinare il tutto.
Paolo Gallarati, La stampa, 28 giugno 2009

G.Verdi UN BALLO IN MASCHERA, Paris, Opéra Bastille
april/may 2009

On se laisse bien vite charmer par la belle vivacité qu’il insuffle, et l’on admire, au détour d’une phrase, des détails orchestraux joliment sculptés.
Antoine Brunetto, ForumOpera, april 21 2009

Renato Palumbo dirigeva con mano sicura e tempi piuttosto estremi il Ballo in maschera verdiano. Otteneva il massimo da un’orchestra molto impegnata durante tutta l’opera e che non dava segni di stanchezza né di cedimenti.
Jorge Binaghi, L’Opera, june2009

P.Mascagni/R.Leoncavallo CAVALLERIA RUSTICANA/PAGLIACCI
Chicago, Lyric Opera, february/ march 2009

The Lyric Opera Chorus and Chicago Children’s Choir are in fine form, and conductor Renato Palumbo keeps a steady hand in the orchestra pit.
Bill Gowen, Daily Herald, february 16 2009

While conductor Palumbo kept the verismo electricity crackling in “Pagliacci,” he opted for warm floods of lyricism in “Cavalleria,” freely bending and slowing melodic lines.
John Van Rhein, Chicago Tribune, february 16 2009

Share
Category : 2009 Tags:

I commenti sono chiusi.